Nov 21, 2019 Last Updated 12:20 PM, Sep 15, 2019

Cataratta: che cos'è, cause e sintomi

Che cos'è
Per cataratta si intende l’opacizzazione del cristallino, una lente perfettamente trasparente che si trova all'interno dell'occhio. Fino a quando mantiene la sua trasparenza il cristallino permette di mettere a fuoco le immagini sulla retina.
 
Con il tempo il cristallino si opacizza, perde la sua trasparenza e si parla di cataratta. L’operazione di cataratta consente di sostituire il cristallino opaco con una lente trasparente detta “cristallino artificiale o lente intraoculare o IOL".
 
Cause
Le cause dell’opacizzazione del cristallino sono molteplici:
  • la familiarità,
  • l’età,
  • la cataratta congenita,
  • l’esposizione ai raggi ultravioletti,
  • i traumi,
  • l’uso di alcuni farmaci tra i quali i cortisonici,
  • alcune malattie dell’occhio quali le uveiti,
  • alcune malattie sistemiche quali il diabete, ecc.
  • ma la forma più comune è la cataratta senile legata ad un invecchiamento del cristallino con una progressiva perdita della sua trasparenza.
Malattie oculari quali il glaucoma e la miopia elevata possono facilitare la formazione della cataratta. Nel caso di cataratta e glaucoma, come nel caso di cataratta e miopia, ci si trova davanti a quadri del tutto particolari dove coesistono due patologie e dove spesso l’intervento di cataratta permette di migliorare anche l’altra patologia.
 
Non esistono farmaci, integratori alimentari, esercizi o strumenti ottici in grado di prevenire o curare la cataratta.
 
Sintomi
La cataratta non provoca dolore. I sintomi più importanti della cataratta sono l’annebbiamento e la riduzione della vista.
 

Inizialmente i disagi visivi sono modesti perché l’opacizzazione del cristallino (cataratta) può essere circoscritta a piccole aree, ma, con il passare del tempo, compaiono sintomi più fastidiosi:

  • si riduce la nitidezza della visione che migliora poco con gli occhiali,
  • si avverte una visione diversa e qualitativamente più scadente di quella a cui si è abituati,
  • è possibile accusare difficoltà nella lettura e durante la guida soprattutto notturna,
  • può comparire un’ elevata sensibilità alla luce con sensazioni di fastidio e abbagliamento,
  • i colori appaiono sbiaditi e alterati,
  • si perde la sensibilità al contrasto,
  • gli oggetti illuminati possono sembrare circondati da aloni e i margini possono apparire sdoppiati,
  • frequente è l'insorgenza di una miopizzazione, cioè un miglioramento della visione per vicino e un peggioramento di quella per lontano, in molti casi diventa necessario modificare di continuo gli occhiali, in età avanzata la necessità di ridurre o eliminare gli occhiali per vicino è spesso sintomo di cataratta.

La comparsa di questi sintomi però, può essere un campanello d’allarme anche di altre malattie dell’occhio. Qualora si manifestino queste o simili sintomatologie è opportuno consultare l'oculista per una diagnosi più approfondita.

 
Dott. Bravetti

Il Dott. Bravetti, chirurgo oculista a Bologna e Savignano sul Rubicone, è tra i migliori esperti italiani nella chirurgia del segmento anteriore dell'occhio. Ha ottenuto nella sua carriera profesisonale posizioni di rilievo all'Ospedale Sant'Orsola Malpighi di Bologna.

Formazione:
Laurea in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode
Specializzazione in Oftamologia 70/70 e lode
Idoneità a Primario di Oculistica nel 1986