Oct 15, 2019 Last Updated 12:20 PM, Sep 15, 2019
L'ipermetropia è causata da una minor lunghezza del bulbo oculare ed è presente fin dalla nascita. L'ipermetropia può essere operata sia con trattamento laser corneale (PRK, LASIK e FEMTOLASIK), dove il laser ad eccimeri modella la superficie dell'occhio, sia con un intervento intraoculare (FACOREFRATTIVA).

Nei pazienti giovani o senza opacità del cristallino la migliore soluzione chirurgica è la correzione laser, mentre nei pazienti con cataratta l'intervento avviene grazie alla sostituzione del cristallino naturale con uno artificiale di materiale biocompatibile. Il trattamento laser è la soluzione ideale per i pazienti con ipermetropia ed astigmatismo, dal momento che entrambi i difetti sono corretti contestualmente.
 
Le lenti intraoculari utilizzate nell'intervento di correzione dell' ipermetropia con la facorefrattiva sono di 3 tipi:
  • asferiche monofocali
  • multifocali
  • accomodative
La scelta della lente dipende dalle esigenze e dallo stile di vita dei paziente ipermetrope. I tempi di recupero post-operatori dopo gli interventi laser per ipermetropia variano da 1 giorno per la LASIK e la FEMTOLASIK ipermetropica a 1 settimana per la PRK ipermetropica.

I trattamenti chirurgici intraoculari per l'ipermetropia sono eseguiti in sala operatoria, ma durano anch'essi pochi minuti e di solito sono portati a termine con i soli colliri anestetici.

I tempi di recupero post-operatori dopo gli interventi chirurgici intraoculari per l'ipermetropia sono rapidi e i pazienti sono in grado di tornare alle proprie attività dal giorno successivo all'intervento agli occhi.
Dott. Bravetti

Il Dott. Bravetti, chirurgo oculista a Bologna e Savignano sul Rubicone, è tra i migliori esperti italiani nella chirurgia del segmento anteriore dell'occhio. Ha ottenuto nella sua carriera profesisonale posizioni di rilievo all'Ospedale Sant'Orsola Malpighi di Bologna.

Formazione:
Laurea in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode
Specializzazione in Oftamologia 70/70 e lode
Idoneità a Primario di Oculistica nel 1986