May 21, 2019 Last Updated 11:12 AM, Jan 6, 2018

Topografia corneale e aberrometria

La topografia corneale è un esame diagnostico che consente lo studio della curvatura corneale attraverso le cosiddette mappe corneali. Gli strumenti utilizzati a questo fine sono i topografi, di cui esistono in commercio numerosi modelli. Il principio di funzionamento è lo stesso per tutti i topografi: una serie di anelli concentrici luminosi (anelli di Placido) viene proiettata sulla superficie della cornea; l’immagine viene catturata e processata da un computer che, in base alla distanza dei singoli anelli ed alla loro forma, è in grado di ricostruire la curvatura corneale.

La cornea è la lente posta sul davanti dell'occhio a contatto con il mondo esterno. La cornea contribuisce a focalizzare i raggi luminosi sulla retina e pertanto riveste un ruolo estremamente significativo riguardo a come noi vediamo. Siccome la curvatura di questa trasparente struttura può modificarsi, possono variare anche la vostra refrazione ed il vostro modo di tollerare le lenti a contatto. Il comprendere questa esatta curvatura è a volte necessario al fine di poter prescrivere e tollerare occhiali o lenti a contatto.

Le applicazioni della topografia corneale sono innumerevoli. Le principali sono rappresentate da:

  • lo studio pre e postoperatorio delle cornee sottoposte a laser ad eccimeri
  • lo studio preoperatorio della cornea nei pazienti sottoposti a chirurgia della cataratta
  • la diagnosi ed il follow-up del cheratocono

Fino a poco tempo fa, gli strumenti utilizzati per misurare la curvatura della cornea erano in grado di misurare solamente una piccola area in prossimità del suo centro. Le lenti a contatto e la chirurgia refrattiva invece fanno riferimento ad una superficie ben più larga. La topografia corneale computerizzata misura un'ampia area della cornea utilizzando i dati provenienti da almeno 8000 singoli punti misurati.

Dott. Bravetti

Il Dott. Bravetti, chirurgo oculista a Bologna e Savignano sul Rubicone, è tra i migliori esperti italiani nella chirurgia del segmento anteriore dell'occhio. Ha ottenuto nella sua carriera profesisonale posizioni di rilievo all'Ospedale Sant'Orsola Malpighi di Bologna.

Formazione:
Laurea in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode
Specializzazione in Oftamologia 70/70 e lode
Idoneità a Primario di Oculistica nel 1986