Aug 20, 2019 Last Updated 11:12 AM, Jan 6, 2018

Cataratta: miopia, astigmatismo e presbiopia

Cataratta e miopia

occhiali miopia

La miopia spesso è causa di insorgenza più precoce di cataratta. 
L’intervento di cataratta permette di correggere anche la miopia e, l’impianto di una lente intraoculare di potere adeguato, consente di ridurre o di eliminare completamente gli occhiali per lontano.
Se è presente anche astigmatismo si può correggere miopia e astigmatismo con l’impianto di una lente miopica torica.
Per correggere cataratta, miopia e presbiopia si può consigliare:
  • una modesta miopizzazione. In questo caso si utilizzerà un leggero occhiale solo per lontano e si toglierà l’occhiale per vicino.
  • la tecnica della monovisione che consente di correggere l’occhio dominante, in genere il migliore, per lontano e l’altro occhio per vicino.
    In questa maniera quando si usano contemporaneamente entrambi gli occhi e si vede bene sia lontano sia vicino, ma ciascun occhio vedrà bene o da lontano, o da vicino.
  • la lente intraoculari ad elevata tecnologia multifocale, bifocale, trifocali o a profondità di fuoco continua che permette di vedere bene a tutte le distanze senza occhiali.
L’intervento di cataratta in presenza di miopia elevata deve essere eseguito da un chirurgo esperto e con precisi accorgimenti:
  • la lente da impiantare va scelta con molta precisione,
  • è necessario studiare con particolare cura il calcolo della lente intraoculare da impiantare,
  • la retina va controllata con molta precisione prima e dopo l’intervento per i maggiori rischi legati alla miopia elevata,
  • qualora non vengano usati tutti gli accorgimenti necessari, il rischio di distacco di retina può aumentare dopo intervento di cataratta
  • in caso di maculopatia l’esame dell’OCT aiuterà a valutare l’opportunità di eseguire o rimandare l’intervento, relativamente alla possibile progressione della patologia maculare.
Cataratta ed astigmatismo
occhio astigmatico

L’intervento di cataratta in un occhio astigmatico con impianto di una lente intraoculare tradizionale non corregge l’astigmatismo e non permette di ridurre la visione sfuocata e distorta senza l’uso di occhiali correttivi o senza ricorrere ad ulteriori interventi.

Oggi le nuove tecnologie, invece, permettono con un solo intervento di rimuovere il cristallino opacizzato e di sostituirlo con una lente intraoculare torica che consente la correzione pressoché totale dell’astigmatismo e la migliore qualità della visione per lontano senza ricorrere all’uso degli occhiali e senza altri interventi.
Per correggere cataratta, astigmatismo e presbiopia si può consigliare la lente intraoculare ad elevata tecnologia torica multifocale, bifocale, trifocale o a profondità di fuoco continua che permette di vedere bene a tutte le distanze senza occhiali.

Cataratta e presbiopia
È possibile correggere anche la presbiopia e vedere da lontano e da vicino senza occhiali?
La cataratta si manifesta soprattutto in persone di età avanzata e si associa spesso alla presbiopia, ovvero l’incapacità di leggere e di mettere a fuoco gli oggetti da vicino senza occhiali.
L’intervento di cataratta, con l’impianto di lenti intraoculari monofocali tradizionali, porta alla presbiopia. Quindi se si sceglie di vedere bene da lontano senza occhiali, si avrà necessità di usare un occhiale per leggere da vicino o per il computer ecc..
 
Oggi, però, con l’intervento di cataratta c'è la possibilità di correggere la presbiopia utilizzando:
  • le nuove lenti intraoculari ad elevata tecnologia (multifocali, bifocali, trifocali o a profondità di fuoco continua). Mediante l'utilizzo di questa tecnologia gli occhiali possono essere necessari solo per la lettura prolungata e per i caratteri più piccoli. Alcune persone, poi, possono avere difficoltà di adattamento, quindi in particolari condizioni di luce possono percepire aloni intorno alle sorgenti luminose, abbagliamento e una moderata riduzione della qualità della visione.
  • la tecnica della monovisione, che consiste nel correggere l’occhio dominante (in genere il migliore) per lontano, e l’altro occhio per vicino. In questa maniera quando il paziente usa contemporaneamente entrambi gli occhi riesce a vedere bene sia lontano sia vicino, ma ogni occhio singolarmente vede bene o lontano o vicino.
  • le lenti intraoculari Reverso, che possono essere impiantate durante l’intervento di cataratta assieme alla lente monofocale oppure anche a distanza da un precedente intervento di cataratta dove era stata impiantata una lente monofocale. Sono facilmente rimovibili in caso di difficoltà ad adattarsi a questa nuova modalità di visione o in caso di insoddisfazione del paziente per la presenza di aloni o abbagliamento o ridotta qualità della visione. Permettono, quindi, di rassicurare il paziente che la scelta di una lente multifocale non è necessariamente una scelta irreversibile.

iol trifocale gialla

Il dott. Bravetti, esperto nella chirurgia della cataratta, assieme ai suoi collaboratori, è a vostra disposizione per valutare la possibilità di correggere cataratta e miopia, valutare i rischi e i vantaggi dell’intervento, le vostre esigenze e aspettative e per consigliare l’impianto più indicato alle vostre necessità.
Dott. Bravetti

Il Dott. Bravetti, chirurgo oculista a Bologna e Savignano sul Rubicone, è tra i migliori esperti italiani nella chirurgia del segmento anteriore dell'occhio. Ha ottenuto nella sua carriera profesisonale posizioni di rilievo all'Ospedale Sant'Orsola Malpighi di Bologna.

Formazione:
Laurea in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode
Specializzazione in Oftamologia 70/70 e lode
Idoneità a Primario di Oculistica nel 1986